Da quel giorno, guido una Ferrari TESTAROSSA!

Probabilmente starai ridendo o chiedendoti se sono una megalomane, bè forse un po’ lo sono diventata, ma dietro tutto questo c’è una storia, la storia di un percorso che mi sono trovata ad affrontare…e alla fine ho vinto il podio più alto; proprio come un pilota di una Ferrari che al Gran Premio di Montecarlo alla fine stappa lo Champagne per festeggiare la sua vittoria!

Tutto ebbe inizio qualche anno fa, quando in uno specchio ho scoperto che i miei capelli erano caduti in massa, e la corona frontale si era drasticamente diradata.

In quel preciso istante, il mondo, mi è crollato addosso e con esso le mie certezze, se pur minime per una ragazzina insicura. E’ stato un periodo triste

Subito ho cercato riparo in un medico, dermatologo per la precisione, che al posto di capire il mio stato d’animo mi disse, che i capelli non mi sarebbero ricresciuti e il trapianto era solo una trovata pubblicitaria. In quell’istante penso di essere morta.

Da quel giorno ho vissuto ancor più a disagio tra le persone, mi sentivo osservata e difettata…

Le mie giornate le trascorrevo studiando e cercando di tenere a bada due vocine che volevano delle risposte; una triste ed arrabbiata che urlava “Perché? Perché proprio a me?” e l’altra ostinata che cercava una soluzione al problema senza prendere in considerazione i pareri di pseudo-professionisti di stapippa!

Proprio quest’ultima vocina è riuscita a prevalere e così oggi ”Guido una Ferrari  Testarossa”.

 

Si perché se giorno dopo giorno osservavo sempre più diminuire la mia capigliatura e così la mia femminilità, non mi sono demoralizzata.

Ho analizzato tutte le soluzioni ai miei sintomi; ho fatto altre visite, ho studiato il mio caso su internet. Lo so che non è la cosa più giusta da fare, ma io non avevo voglia di vivere una vita da perenne complessata e frustrata, perché sapevo di meritare il meglio, occribbio!

Non ho creduto a nessun medico, quando mi diceva che non avrei più avuto i capelli di prima, mia madre sa che sono ostinata…e questo ne è una dimostrazione.

Ero determinata a riprendermi ciò che mi era stato tolto!

Dopo circa due anni di ricerche e consulenze, quando ero sul punto di arrendermi, inaspettatamente, sono rifiorita.

Foto 5

E’ stato un ginecologo, a cui mi sono rivolta per trovare una soluzione ad un ciclo tremendamente doloroso, che mi rendeva la mia vita impossibile, ho comprendere il disagio. Mi ha da subito rassicurata, mi disse di non preoccuparmi, presto avrei risolto tutti i miei problemi. Con la sua cura mi fece tornare come nuova, ciclo e capelli.

Finalmente iniziavo a vedere della luce. Da allora ho iniziato a coccolare i miei capelli con Hennè, impacchi nutrienti, shampoo eco-bio, e tanto altro. Ma, nonostante questo, mancava qualcosa…mancava il segno della rinascita, del cambiamento, oltre che dell’aggravarsi della mia testardaggine, hahahahaha.

Adesso che i capelli avevano ripreso il posto che avevano perso, avevo un solo desiderio, urlare a tutti che ce l’avevo fatta.

Così un giorno, presa dall’impulso di cambiare ho dato un taglio netto al mio passato. Artefice un parrucchiere giovane, che sapeva il fatto suo. Con lui ho lasciato andare i miei capelli lunghi e spenti, ed accolto una criniera corta e rosso fuoco…proprio come una Ferrari Testarossa!

Se vuoi veramente una cosa, la ottieni; nessuno riuscirà a scalfire la tua determinazione, neanche chi proverà a scoraggiarti lungo il cammino.

You may also like

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: